Con il termine Bio.energetica, ci si riferisce alle conoscenze e alle tecniche per migliorare la capacità di utilizzo dell’Energia Vitale al fine di promuovere e facilitare l’autoguarigione e l’evoluzione personale.

Sono moltissime le tradizioni e le correnti culturali che trattano questa tematica, orientali e occidentali, antiche e moderne, esoteriche ed essoteriche; basti pensare alla medicina tradizionale cinese, agli insegnamenti ayurvedici, a quelli tibetani, alla tradizione alchemica, alle ricerche del dott. Willelm Reich e all’Analisi Bioenergetica di del dott. Lowen, alla Polarity Therapy del dott. Randolph Stone o al movimento nato dall’Istituto Esalen di Big Sure in California.

CHE TIPO DI BIO.ENERGETICA?

Nel corso dei miei 18 anni di ricerca personale e professionale ho avuto la fortuna di studiare e praticare Bio.energetica sotto diversi punti di vista, approfondendo alcune importanti tradizioni e correnti.

In modo molto naturale, il tutto si è armonizzato in un metodo che ho definito AIKI HEALING. Esso fondamentalmente nasce dall’incontro tra i vari studi di Bio.energetica e l’Aikido, arte marziale tradizione di origine giapponese che pratico da quando sono bambino.

Aiki è il principio alla base di questo metodo, il fulcro capace di armonizzare diversi punti di vista.

“Ai” 合 indica l’Armonia del Tutto,
mentre “Ki” 氣  il Soffio Vitale che anima la materia.

Ueshiba Morihei, il fondatore dell’aikido, usava dire che l’Aikido anela sinceramente a comprendere la natura, ad esprimere la gratitudine per i suoi doni meravigliosi, ad immedesimare l’individuo con la natura. Questa aspirazione a comprendere e ad applicare praticamente le leggi della natura, espressa nelle parole “ai” e “ki”, forma l’essenza ed il concetto fondamentale dell’arte dell’aikido.

Ecco che Aiki manifesta, e si manifesta, in un principio di purificazione, di riconciliazione con il proprio Sè essenziale, di riconnessione tra mente-corpo-spirito, di presenza tra Cielo e Terra.

L’Aiki Healing, attraverso il contatto, il movimento ed il respiro ha proprio lo scopo di mettere in contatto le persone con questo tipo di energia, la quale non è esterna all’individuo, ma un potenziale sempre presente nella vita di ogni persona e che può essere risvegliato.

In definitiva il principio Aiki è lo spazio energetico ottimale all’interno del quale il sistema mente-corpo può guarire se stesso, sciogliendo le tensioni energetiche che ne limitano l’espressione e che causano dolore e disagio.